Donald Trump è Presidente

donald-trump-presidente

C’era bisogno della vittoria di Donald Trump a queste Elezioni Presidenziali 2016 per capire che stiamo vivendo nell’era del populismo, condito da un forte vento di anti-politica? Di certo il trionfo del tycoon porta con se il potere sdoganante della più grande democrazia del mondo. Noi con Silvio Berlusconi, ma anche con Beppe Grillo non abbiamo mai avuto un’eco così globale. Il sipario è calato, per tutti. Prepariamoci anche per le elezioni francesi, i prossimi sono loro.

C’era bisogno della vittoria di Trump per comprendere il declino dei media tradizionali? Non mi riferisco tanto ai loro problemi di vendite o economici. Qui stiamo parlando del fatto che nessuno dei grandi editori americani ha saputo non solo indirizzare (tutti hanno dato endorsement a Clinton), ma anche solo capire le ragioni dietro al seguito di Trump. Da cani da guardia a cani da compagnia del potere, giornali, tv e radio hanno completamente perso il polso della società che li circonda, guadagnandosi l’irrilevanza. E no, non è “colpa” di Twitter, come qualche illuminato si è affrettato a scrivere questa mattina (su Twitter).

C’era bisogno della vittoria di Trump per capire che il neo-liberalismo è alla canna del gas? Quel modo di essere sinistra da establishment, radical-chic, compromessa con il potere capitalista perché non esiste più la vecchia idea alternativa (il comunismo) e non si è in grado di (non si vuole) proporne una nuova. Hillary Clinton era una portabandiera del neo-liberalismo, e anche per quello era un candidato debolissimo, che pur avendo un budget elettorale enorme e l’endorsement trasversale di tutti i numeri uno dell’establishment politico e culturale, ha perso nettamente. Perché democrazia, seppur imperfetta, non è oligarchia.

La vittoria di Donald Trump è l’avveramento dei nostri incubi più impensabili, o dei nostri desideri più reconditi e inconfessabili. In un modo o nell’altro, nulla sarà più come prima.

Vuoi ricevere i post via email?
I post della settimana, ogni venerdì alle 9, più qualche sporadica lettera.
Rispetterò la tua privacy

Lascia un Commento