Giovanni Allevi, Beethoven e la giustificazione dell’ignoranza 4

Giovanni Allevi, Beethoven e la giustificazione dell'ignoranza
“A Beethoven e Sinatra preferisco l’insalata…” (Franco Battiato, Bandiera Bianca, 1981) E’ possibile fare una polemica al giorno? Sì, se vengono diffuse delle dichiarazioni “da titolo” come quelle rilasciate l’altro giorno dal pianista Giovanni Allevi al Giffoni Film Festival. Lasciate perdere gli “strilli” dei webzine e blog di turno: Allevi non ha detto che Jovanotti è ...

Wifi e scuola 2.0: due passi avanti, tre indietro 1

Wifi e scuola 2.0: due passi avanti, tre indietro
Il weekend appena concluso non è stato affatto positivo, per noi fautori dell’innovazione applicata alla quotidianità della vita. Il cosiddetto “decreto del fare”, che in linea teorica prometteva dei significativi passi in avanti nella liberalizzazione e nello sdoganamento istituzionale della tecnologia, sta giorno dopo giorno perdendo i pezzi, registrando numerosi dietro-front che rischiano inesorabilmente di ...

Facebook e il gusto dello sputtanamento

Facebook e il gusto dello sputtanamento
E’ già da un po’ che funziona così, e il caso recentissimo di Massimo Di Cataldo non è altro che la rappresentazione mainstream di cosa possa avvenire con un cattivo, o quantomeno distorto, utilizzo dei social network, su tematiche private famigliari, drammatiche, addirittura a sfondo penale. Questo post non vuole essere una presa di posizione ...

Il giornalismo al cinema

Il giornalismo al cinema
Cosa ne pensate del mondo del giornalismo raccontato al cinema? L’ottava arte ha molto contribuito a creare un alone di fascino attorno alla professione del giornalista: sono innumerevoli i protagonisti esaltati dall’iconografia hollywoodiana (e non solo) che avevano il tesserino. Sarà per questo che in Italia una persona su cinquecentocinquanta è iscritta all’Ordine? Battute a ...

Siamo sempre connessi, ma non ci conosciamo

Siamo sempre connessi, ma non ci conosciamo
E’ possibile che proprio l’era del social networking sia così fortemente caratterizzata da una conseguente e irrisolta solitudine umana? L’evoluzione tecnologica, e di Internet in particolare, ci ha messo a disposizione una serie di strumenti di comunicazione remota real-time che ci hanno condizionato più di quanto siamo disposti ad ammettere. Uno strumento non può essere ...

Storia del noir classico 2

Storia del noir classico
Per gli appassionati cinefili, il noir è uno dei generi più particolari, sfuggenti e “di culto”. Nonostante possieda delle caratteristiche ben definite, il termine è spesso abusato ed associato a pellicole la cui unica peculiarità è essere ricche di omicidi e atmosfere cupe. Se è vero che i generi non sono altro che giochi di ...

Come si informano gli italiani nel 2013

Come si informano gli italiani nel 2013
Italia, anno 1983 – Mario si alza la mattina, per andare a lavoro. Durante la colazione può dare una sbirciata alla Televisione, che trasmette il resoconto delle notizie più rilevanti del giorno precedente; nel caso non lo faccia, potrebbe sempre ascoltarle per radio, durante il tragitto in auto verso la fabbrica o l’ufficio. Se invece ...

La privacy digitale è morta (e non è mai nata) 1

La privacy digitale è morta (e non è mai nata)
Negli ultimi tempi stanno facendo di tutto per farci perdere fiducia nel futuro digitale, in un mondo che sarà sempre più configurato su interazioni nate e cresciute su Internet. Come vi ho scritto qualche giorno fa, quanto sta emergendo dallo scandalo NSA ha turbato molte anime che hanno a cuore il destino della Rete e ...

Google contro editoria, siamo alla stretta finale? 2

Google contro editoria, siamo alla stretta finale?
Uno dei temi-cardine nel variegato e preoccupante problema dei giornali online riguarda come monetizzare il comparto Internet in maniera tale da surrogare l’evidente e ineluttabile calo del cartaceo: ne ho scritto qualche mese fa in un guest-post per il Tagliaerbe, e da allora alcuni passi sono stati fatti. Basta ascoltare questa recente intervista a Giovanni ...

Il Grande Gatsby, la solitudine da Fitzgerald a DiCaprio 1

Il Grande Gatsby, la solitudine da Fitzgerald a DiCaprio
Di recente è tornato di moda Il grande Gatsby, un classico della letteratura americana del Novecento scritto da Francis Scott Fitzgerald. Affresco dell’età del jazz (i ruggenti anni ’20 prima della Grande Crisi), ha conosciuto maggior fortuna e memoria dell’altrettanto significativo “Manhattan Transfer” scritto da un’altra prima penna della “Generazione Perduta”, John Dos Passos. E’ probabile ...