The Judge film

Tempo di autunno, tempo di cinema, soprattutto se mette in campo dei pesi massimi della recitazione come il vecchio leone Robert Duvall.

Cos’è. “The Judge” è una pellicola che cerca di mescolare i lineamenti del legal drama e i legami famigliari rancorosi con una spruzzatina della recitazione “a cazzeggio” che ha caratterizzato gli ultimi anni di carriera di Robert Downey Jr. Come accade spesso, è un funerale a rimettere di fronte l’uno all’altro un padre (Joseph Palmer) che è stato rigido e severo con un figlio (Hank Palmer) che è stato ribelle e scapestrato. Il fato concede loro una nuova possibilità di confronto, nella forma di un processo per omicidio volontario di cui viene accusato Joseph, giudice di una piccola contea dell’Indiana, che verrà difeso da Hank, avvocato di grido di New York.

Com’è. Il film diretto da David Dobkin è sapiente nell’alternare momenti brillanti alle tipiche situazioni di sottintesa tensione famigliare, quelle in cui si rivangano motivi di rancore mai sopito e oramai ingiustificato. La sceneggiatura pesca invece fin troppo in cliché americani consunti (la fuga dalla provincia, la promessa del baseball rovinata da un incidente…) e ricorre ad un numero eccessivo di sottotrame che finiscono per far perdere l’attenzione sui temi principali (il processo, il rapporto padre-figlio), tanto da arrivare a degli epiloghi svuotati di significato.

Perché vederlo. Il cast è all-star, e oltre ai due protagonisti vede la partecipazione dei sempre ottimi Vera Farmiga, Billy Bob Thornton e Vincent D’Onofrio. Le performance degli attori sono il vero aspetto positivo di “The Judge”, e l’alchimia tra i due Robert raggiunge punte d’eccellenza.

Perché non vederlo. Il film dura la bellezza di due ore e venti minuti, e avrebbe potuto essere snellito di almeno mezzora. Troppa (inutile) carne al fuoco, e il peso di dover dare una chiusura a tutto si avverte nel finale, tirato per le lunghe in termini di tempo, e tirato via per la qualità della scrittura.

Una battuta. Hank Palmer: “Lo so che i miei clienti sono tutti colpevoli. Per gli innocenti, costo troppo.”

Altri film che potrebbero interessarti:

Tra Le Nuvole, con George Clooney e Vera Farmiga