Il buongiorno del mattino

Nuovo lavoro, nuovo amore, un amore di guai. E ora le notizie di oggi.

Scheda del Film

Titolo Originale
Morning Glory
Paese
 United States of America
Casa di Produzione
Bad Robot, Goldcrest, Paramount
Regia
Roger Michell
Producer
J.J. Abrams, Bryan Burk
Sceneggiatura
Ideatore
Cast
Rachel McAdams, Harrison Ford, Diane Keaton, Patrick Wilson, Jeff Goldblum, John Pankow, Matt Malloy, J. Elaine Marcos, Ty Burrell, David Fonteno, Vanessa Aspillaga, Patti D'Arbanville, Jayne Houdyshell, Jeff Hiller, Linda Powell, Mike Hydeck, Jerome Weinstein, Noah Bean, Jack Davidson, Joseph J. Vargas, Mario Frieson, Kevin Herbst, Steve Park, Adrian Martinez, Rizwan Manji, Jay Russell, Finnerty Steeves, Rick Younger, Arden Myrin, Caroline Clay, Katie Hyde, Allen Warnock, Welker White, Maddie Corman, Jeremy Beiler, Jonathan Forte, Kevin Pariseau, Christopher Sieber, Elizabeth Keifer, Lauren Cohn, Miguel A. Hernandez Jr., Alice Callahan, Reed Birney, Miles O'Brien, Elaine Kaufman, Bob Schieffer, Morley Safer, Chris Matthews, Don Roy King, Robert Caminiti, Stefani Cohen, Gray Winslow, Kristine Nielsen, Paul Urcioli, Rosalynd Darling, Gio Perez, Pepper Binkley, Steve McAuliff, Vincent J. Robinson, 50 Cent, Tony Yayo, Yves "DJ Whoo Kid" Mondesir, Lloyd Banks, Don Hewitt Sr., Carmen M. Herlihy, Bruce Altman, Kathleen McNenny, Jason Kravits, John Bundy, Michael Cramer, Tony Kost, Paul Jude Letersky, Lisa Landino, Danielle McKee, Sherman Alpert, Loukas Papas, Lorna Guity Pruce, Michael E. Russo, Michael Dean, Steve Ferrarie, Andrew Goldfarb, Rosemary Howard, Donna Sue Jahier, Tim Miller, Tomasz Smolarski, Rennel Turner
Durata
1 h 42 min
Data di Uscita
10 Novembre 2010
Generi
Drammatico, Commedia, Romantico
Budget
$40.000.000
Revenue
$60.040.976
Sinossi
Il sogno di Becky Fuller è lavorare a USA Today, ma la realtà è che, dopo un traumatico licenziamento, l'unica opportunità che le si presenta è quella di risollevare le sorti del programma del mattino meno seguito tra quelli dei network nazionali. Manager stacanovista e priva di una vita privata, Becky riesce ad affidare la co-conduzione del programma ad una vecchia gloria del giornalismo, il quale però non ne vuole sapere di presentare pseudo-notizie di curiosità, occuparsi di cibo e sorridere del bello come del cattivo tempo come fa la sua partner in studio.

Dove vedere “Il buongiorno del mattino” in streaming

Se vuoi assicurarti i migliori film e serie TV, iscriviti alle seguenti piattaforme streaming:

Recensione

E’ abbastanza divertente come un film che s’intitola Morning Glory non c’entri nulla con le erezioni mattutine e non abbia l’omonima canzone degli Oasis in colonna sonora…scherzi a parte, è proprio vero che i grandi nomi non sono garanzia di grandi film. Questa pellicola ne schiera in ogni settore: dalla sceneggiatrice Aline Brosh McKenna (Il Diavolo veste Prada), al regista Roger Michell (Notting Hill), passando per il produttore J.J. Abrams, fino ad un cast che potremmo definire sovradimensionato per quella che vorrebbe essere una commedia sentimentale…ma è poi così?

Il dubbio sulla scrittura e le sue intenzioni pervade ogni momento de Il Buongiorno del Mattino: è chiaro come la McKenna riprenda il tropo narrativo della giovane di belle speranze che si fa largo nel mondo del lavoro, con Rachel McAdams nel ruolo che fu della Hathaway, ma da quell’equazione (vincente) qui manca il contraltare, il villain presunto o reale che sia. Jeff Goldblum dovrebbe ricoprire il ruolo del diretto superiore, ma ha uno screentime veramente limitato; Harrison Ford invece ha questo ruolo del burbero veterano del giornalismo “serio”, un incrocio tra un mentore e una figura paterna per la protagonista, ma anche qui, la scrittura ci insinua pensieri strani, perché la storyline amorosa sarebbe presente, ma è priva di qualsiasi sussulto che uno si aspetterebbe dal genere. Il vero tira e molla emotivo è proprio quello tra Ford e la McAdams (con tanto di scena finale). Sarà che persino nel 2010, nel momento di sua massima gloria, Patrick Wilson veniva considerato solo un belloccio poco interessante? E’ solo uno dei tanti soggetti figli di quell’epoca che sono invecchiati male (o semplicemente scomparsi, come lo smartphone Blackberry).

In sintesi, se si spegne il cervello per 100 minuti, Morning Glory riesce anche a far ridere: la McAdams sembra adorabile e molto portata per il comedy (ma farà poco altro nel genere), e la regia le riserva una serie di corse con gonna sopra al ginocchio per farci sapere che ha delle belle gambe (sono belle, è vero); Diane Keaton ha un ruolo di spalla ma con il suo mestiere e una buona dose di overacting strappa più di una risata; Harrison Ford gigioneggia come sa fare lui, e porta a casa la pagnotta. Non sempre ti danno un buono script, così è la vita.

Recensione, dove vederlo in streaming
Il buongiorno del mattino
Il Verdetto
Seppur elevato da un cast di prima qualità, Morning Glory resta una commedia sentimentale derivativa con gravi problemi di coerenza interna.
Il parere dei lettori0 Voti
0
5

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Voto Finale