The Gentlemen

Scheda del Film

Titolo Originale
The Gentlemen
Paese
 United States of America,   United Kingdom
Casa di Produzione
Miramax, STX Films, Toff Guy Films, Leonine
Regia
Guy Ritchie
Sceneggiatura
Ideatore
Cast
Matthew McConaughey, Charlie Hunnam, Henry Golding, Michelle Dockery, Jeremy Strong, Colin Farrell, Hugh Grant, Eddie Marsan, Chidi Ajufo, Simon R. Barker, Brittany Ashworth, Jason Wong, Jordan Long, Mike Bodnar
Durata
1 h 53 min
Data di Uscita
3 Dicembre 2019
Generi
Azione, Poliziesco, Commedia
Sinossi
Mickey Pearson, un espatriato statunitense, ha costruito il suo impero criminale, basato sulla marijuana e altamente redditizio, a Londra, nella capitale inglese. Quando viene fuori la notizia che sta cercando di tirarsi fuori per sempre dall'attività, si innescano complotti, piani machiavellici, atti di corruzione e ricatti, nel tentativo di prendere il suo posto.

Dove vedere “The Gentlemen” in streaming

Ne ha fatta di strada Guy Ritchie, dai tempi di "Lock & Stock". Il regista inglese ha estremizzato il concetto di rendere riconoscibile il proprio cinema, tanto che se dico "film alla Guy Ritchie" so già di cosa sto parlando e dove la pellicola andrà a parare, ovvero un gangster movie ironico-grottesco.

The Gentlemen segna quindi il ritorno di Guy Ritchie nella sua comfort zone, dopo aver forse collezionato qualche delusione di troppo. Il film è l'ennesima variazione sul tema: piccola, media e grande criminalità che si rincorrono tra siparietti comici, agnizioni parossistiche e parodiche stereotipizzazioni.

Il titolo anticipa poi cos'aspettarsi: un cast quasi totalmente maschile, con la sola eccezione della stupenda Michelle Dockery, che comunque ha un ruolo poco più rilevante di una "moglie di". Come sempre, poi, il lavoro del regista è marcato sul background etnico e culturale dei singoli personaggi: abbiamo il texano Mickey Pearson di Matthew McConaughey, l'altezzoso londinese Fletcher di Hugh Grant, il rissoso Coach irlandese di Colin Farrell.

L'unico aspetto di novità, in qualche modo, è quello che la consueta e caotica stratificazione della narrazione ritchiana, alla quale i fan sono ben abituati, sconfina nel metacinema. È tramite la storia di Fletcher che man mano si vengono a conoscere i fatti, perché il racconto del personaggio di Grant è praticamente l’intero film di Ritchie; o in altre parole, il Grant sceneggiatore è Ritchie stesso – un personaggio che ama il 35mm ma trova noioso La conversazione di Coppola (folle).

La regia e ottima e anche la fotografia dice la sua, ma non sono argomentazioni sufficienti a giudicare questo esperimento retrò qualcosa di più di una crisi di mezza età artistica. La natura indefinita di The Gentlemen e il suo sentore di "già visto", lo rende una via di mezzo tra l’auto-plagio e l'homage a un cinema che non c’è più.

Locandina del Film "The Gentlemen"
The Gentlemen
Il Verdetto
"The Gentlemen" è la conferma di tutti i cliché dei film di Guy Ritchie, un film "maschio" che sa intrattenere, ma non stupire.
Il parere dei lettori0 Voti
0
6.5

Sponsor

Trailer e altro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Voto Finale