Top Gun: Maverick

Scheda del Film

Titolo Originale
Top Gun: Maverick
Paese
 United States of America
Casa di Produzione
Skydance Media, Don Simpson/Jerry Bruckheimer Films, Paramount, New Republic Pictures
Regia
Joseph Kosinski
Sceneggiatura
Ideatore
Cast
Tom Cruise, Miles Teller, Jennifer Connelly, Glen Powell, Jon Hamm, Monica Barbaro, Lewis Pullman, Bashir Salahuddin, Val Kilmer, Ed Harris, Charles Parnell, Jay Ellis, Danny Ramirez, Greg Tarzan Davis, Lyliana Wray, Jean Louisa Kelly, Manny Jacinto, Jake Picking, Raymond Lee, Kara Wang, Jack Schumacher, Chelsea Harris, Darnell Kirkwood, Austin Bowerman, Stephanie Andrea Barron, Rachel Winfree, Peter Mark Kendall, Ian Gary, Bob Stephenson, Landon Gordon, James Handy, Chido Nwokocha, Chaz Ingram, Rachael Markarian, Shannon Kane, Norman Ralph Eliasen, Adam Pepper, Randy Davison, Roberta Sparta, Jane Vande Voorde, Anthony Edwards, Meg Ryan
Durata
2 h 11 min
Data di Uscita
24 Maggio 2022
Generi
Azione, Drammatico
Sinossi
Dopo più di trent’anni di servizio nella Marina, il Tenente Pete “Maverick” Mitchell è proprio dove vorrebbe essere: un pilota coraggioso che può spingersi oltre ogni limite, cercando di schivare l’avanzamento di carriera che metterebbe un freno alla sua libertà. Quando viene chiamato ad allenare un distaccamento di allievi dell’accademia Top Gun per una missione specializzata che nessuno al mondo ha mai portato a compimento, Maverick incontra il Tenente Bradley Bradshaw, nome in codice “Rooster”: è il figlio dell’amico di Maverick, il Tenente Nick Bradshaw, detto “Goose.” Alle prese con un futuro incerto e con i fantasmi del passato, Maverick deve confrontarsi con le sue paure più profonde, fino ad una missione che richiederà il sacrificio ultimo di quelli che sceglieranno di parteciparvi.

Dove vedere “Top Gun: Maverick” in streaming

Il Tempo è l'elemento più importante per interpretare questo Top Gun: Maverick nel 2022. Tempo come i 36 anni passati dall'uscita del primo episodio, probabilmente un record per quello che, formalmente, è un sequel. Tempo come i quasi sessant'anni di Tom Cruise, che ancora una volta si presta anima e (soprattutto) corpo per scene di azione senza limiti. Tempo come misura lineare dell'evoluzione tecnologica, che da un lato sta rendendo sempre più obsoleti i piloti dei jet da caccia, sostituiti da efficienti droni, dall'altro ha cambiato le carte sulla tavola della produzione cinematografica, a colpi di CGI e green screen, attori che recitano davanti ad una mela, attori che vengono ringiovaniti o fatti risorgere dall'intelligenza artificiale. Tempo, infine, come i due anni che sono passati dalla fine delle riprese, e che sono stati attesi dai produttori (lo stesso Cruise, assieme allo "storico" Jerry Bruckheimer) per avere la possibilità di un lancio nelle sale cinematografiche senza limitazioni da pandemia.

Top Gun: Maverick è dunque un film che riconosce il passare del Tempo, ma che non vi si assoggetta. Ritroviamo Pete Mitchell detto Maverick, pluridecorato in missione ma che non ha fatto carriera (è ancora capitano); egli è l'ultimo esemplare di una specie in via d'estinzione, come gli dice Ed Harris in una delle scene iniziali, tuttavia è coinvolto in test futuristici di velocità Mach. Gli viene affidato un ruolo da Istruttore, ma lui non se ne sta con le mani in mano, e testa in volo i suoi allievi, diventando di fatto anche il Team Leader di missione. Se ne va ancora in moto come un ragazzo, ritrova una sua vecchia fiamma (Jennifer Connelly, coinvolta in un'evitabilissima storyline amorosa) che gestisce il bar vicino all'Accademia. Insomma, per essere un sequel, questo film non certifica alcun passaggio del testimone, né pone le basi per un prosieguo della saga. Il protagonista assoluto è ancora Maverick, che si ritrova a lavorare con gente con trent'anni in meno (tra cui il figlio dell'ex compagno Goose) a cui però fa mangiare la polvere e non lascia neanche le briciole.

Top Gun: Maverick offre diversi spunti sul tema "Come si faceva prima era meglio": le scene aeree sono girate veramente in volo, niente green screen, gli attori coinvolti hanno preso il brevetto e Cruise si è preoccupato in prima persona di assicurare un realismo notevole. Il risultato lascia segni ed emozioni sullo spettatore.

Badate bene, però: Top Gun: Maverick non è un film nostalgico, anche se le citazioni dal film di Tony Scott sono molte. Ma mentre la pellicola dell'86 era un esperimento low-cost molto ben riuscito, qui parliamo di un costoso blockbuster annunciato e realizzato con la migliore competenza tecnico-artistica possibile. Sarà per questo che sembra un film nettamente superiore? Joseph Kosinski sbaglia poco o niente, e chi attenderà per vederselo in piattaforma, secondo me, si perderà qualcosa.

Locandina del Film ""
Top Gun: Maverick
Il Verdetto
"Top Gun: Maverick" non è un sequel nostalgico, è un film che congela un'epoca e uno stile di vita e lo mette in scena al meglio delle possibilità tecniche e artistiche.
Il parere dei lettori0 Voti
0
7.5

Trailer e altro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Voto Finale