lenny bruce come parlare sporco e influenzare la gente

Come parlare sporco e influenzare la gente

Da qualche anno, la stand-up comedy è “entrata” culturalmente anche nel Bel Paese. Molti artisti nostrani stanno facendo un ottimo lavoro per promuovere un genere che molto si differenzia da quello più tipicamente cabarettistico. La stand-up è conversazione dove il cabaret è catch-phrases.

Tra i padri-fondatori universalmente riconosciuti dello stand-up c’è sicuramente Lenny Bruce, la cui figura ha di recente conosciuto una rinnovata visibilità grazie alla serie TV (disponibile su Prime Video) “Marvelous Mrs. Maisel”.

AUTORE
Lenny Bruce
GENERE
Biografico
EDITORE
Bompiani
Acquista
Nel corso della sua carriera, Lenny Bruce ha sfidato la santità della religione organizzata e altre convenzioni sociali e politiche; ha allargato i confini della libertà di parola. Sebbene Bruce sia morto ad appena quarant’anni, la sua influenza sul mondo della commedia, del jazz e della satira è incalcolabile.

Gran parte della sua legacy è evidentemente legata all’essere stato un pioniere, una sorta di martire. Bruce fu sottoposto ad arresti, divieti di esibirsi in decine di club e, negli anni precedenti alla sua morte prematura, ebbe una serie di battute d’arresto personali e professionali che lo misero fuorigioco. Eppure negli anni immediatamente successivi alla sua morte, sempre più artisti hanno iniziato a cantarne le lodi, esaltando il suo stile comico senza paura e la capacità di associarsi liberamente con l’abilità e la precisione di un solista jazz.

La sua è stata una delle prime voci importanti a focalizzare la sua attenzione sulle assurdità della vita moderna. Il fatto che l’abbia usata come pretesto della commedia rende le sue osservazioni non meno taglienti e, come evidenziato dall’attuale movimento culturale di comici che fanno commenti socio-politici, più premonitori e rivelatori di quanto persino i suoi più grandi sostenitori avrebbero potuto immaginare all’epoca.

Con questa autobiografia, Bruce ha seguito un format simile alle sue routine sul palco, fondendo perfettamente frammenti all’interno di un flusso infinito di ruminazioni sociali, politiche, teologiche e filosofiche. Ognuno di questi ha contribuito a stabilire le sue opinioni progressiste, se analizzate nel contesto della società della fine degli anni ’50 / primi anni ’60. La sua denuncia dell’abuso di prescrizione di farmaci alle casalinghe, messo a confronto con l’illegalità della marijuana, è particolarmente efficace.

“Come parlare sporco e influenzare la gente” è, tra le altre cose, un resoconto molto dettagliato sui guai giudiziari di Bruce. Un capitolo è interamente dedicato alle deposizioni in tribunale di Lenny e del poliziotto che aveva eseguito uno dei suoi innumerevoli arresti, interrogati dall’accusa e dalla difesa.

Il problema del libro è la mancanza di focus di Bruce, il suo approccio da commediante jazz è più adatto al palcoscenico che alla pagina scritta. Senza le sue inflessioni e le sue doti espressive, molti dei frammenti si piegano sotto il peso di un’idea sovraestesa. La sua diatriba lunga un capitolo riguardante l’acquisto di una nuova lavasciuga, in particolare, sembra una gag più adatta al night club, la cui presenza fisica aiuta a vendere l’umorismo. Anche la parte dedicata ai suoi trascorsi “da prete” è molto dilatata, e tende a rallentare il corpo dell’opera.

Bisogna comunque ricordare come questo libro sia in realtà una raccolta di brani pubblicati all’epoca su Playboy. Messo insieme in forma di libro postumo, “Come parlare sporco…” manca di una coesione su cui Bruce avrebbe potuto lavorare se ne avesse avuto la possibilità, prima della pubblicazione. Nonostante tutto, Lenny illumina ancora la scena con alcune delle routine di stand-up più controverse della metà del ventesimo secolo. Nel processo, stabilisce anche un modello per i comici successivi in termini di struttura narrativa e parti umoristiche.

In conclusione, “Come parlare sporco…” rimane molto un prodotto del suo tempo, i suoi momenti intenzionalmente scioccanti non hanno più lo stesso impatto. Lenny si dimostra certamente capace di tener fede alla prima metà del titolo all’interno delle pagine del libro, tuttavia è la seconda metà del titolo per il quale sarà sempre conosciuto e venerato nella commedia americana.