29 Maggio 2024

Storia dei miei soldi

Storia dei miei soldi

Genere: Romanzo, Memoir

Autrice: Melissa Panarello

Editore: Bompiani

Uscita italiana: 14 febbraio 2024

Formato: Brossura/Ebook (208 pagine)

Sinossi: A raccontarci questa storia è una scrittrice, resa famosa quando era molto giovane da un audace romanzo nel quale metteva in scena sé stessa. Adesso è una donna adulta, ha costruito una famiglia e le sembra di avere compreso che scrivere per lei è stato il frutto di un’urgenza ora sopita. Ma la vita si incarica di dimostrarle che per conoscersi veramente bisogna trovare lo specchio in cui guardarsi e mette sul suo cammino Clara, l’attrice che quindici anni prima è stata il suo doppio nel film tratto da uno dei suoi romanzi. Clara è ancora bella ma i suoi grandi occhi verdi a tratti diventano laghi di vergogna; Clara ha fame ma deglutisce con fatica; Clara non ha più soldi, e trova il coraggio per chiederli a chi incontra. Più di tutto, Clara ha bisogno di raccontare la sua storia e improvvisamente questa diventa una missione che le riguarda entrambe. Per le due protagoniste comincia un viaggio che si dipana sulle tracce del solo alimento che – insieme alla passione – può consentirci di diventare chi siamo: i soldi. Dopo aver osato mettere al centro delle sue pagine il desiderio femminile, Melissa Panarello scrive il suo romanzo più autentico e intenso che si propone di indagare un altro grande tabù: quello del denaro fra le mani di una donna. La figura di Clara T. si staglia in queste pagine come una antica divinità divorata dal suo stesso amante, e con voce ferma racconta le ustioni che il successo e la ricchezza lasciano sulla pelle di chi li attraversa, le trappole che la giovinezza tende a chi è più fragile, il privilegio e la dannazione del talento.

Storia dei miei soldi – Dove lo compri

17,10€
18,00€
disponibile
19 new from 17,10€
4 used from 12,00€
as of 29 Maggio 2024 09:13
Amazon.it

Recensione

Non avevo mai letto nulla di Melissa Panarello, a maggior ragione avevo girato a largo da “100 colpi di spazzola” perché non amo i casi editoriali. Va detto che, a differenza di altri, è diventata un autrice con tutti i crismi.

In Storia dei miei soldi la Panarello gioca con il genere dell’autofiction: inserisce se stessa (e la sua famiglia reale) come personaggio ma lo rende “spalla” di Clara T. (il vizio per i cognomi puntati non si è dissolto), l’attrice protagonista del film tratto dal suo libro (nessun riferimento a Maria Valverde del film di Guadagnino).

Con questo artificio narrativo la scrittrice è in grado di immaginare (e descrivere) una sua possibile vita alternativa, quella in cui il grande successo del suo primo libro, malgestito, le avrebbe portato disastri personali e professionali. Il problema è che il personaggio di Clara T. non emerge così forte come uno si attenderebbe da un’impostazione del genere. La scelta di “tracciare tutto” attraverso i bonifici è interessante ma al tempo stesso limitante, il finale è piuttosto didascalico e prevedibile.

Nota sulla prosa del libro: in generale ben scritto, in alcuni punti ho trovato un periodare fin troppo arzigogolato, che sarebbe stato saggio “asciugare”.

Storia dei miei soldi
Storia dei miei soldi
Il Verdetto
"Storia dei miei soldi" è l'elaborazione di un passato ben scritta ma abbastanza sbrigativa.
Il parere dei lettori0 Voti
0
6.5

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Voto Finale