23 Settembre 2023

Slow Horses

Slow Horses
Stagioni:
4
Episodi:
18
Durata media episodi:
50

Sinossi: Questa arguta spy story segue le vicende di una disfunzionale squadra di agenti dell’MI5 e del loro odioso capo, il famigerato Jackson Lamb, mentre navigano tra le luci e le ombre del mondo dello spionaggio per difendere l’Inghilterra da forze sinistre.

Dove vedere “Slow Horses” in streaming

Se vuoi assicurarti i migliori film e serie TV, iscriviti alle seguenti piattaforme streaming:

Recensione

Quali sono le serie migliori? Quelle che migliorano di stagione in stagione! Fateci caso: la maggior parte dei tv show di quest’epoca “delle piattaforme”, da il meglio di sé all’inizio, quando mette in campo tutte le idee che gli autori hanno raggruppato per proporre il loro pitch ai produttori e farsi assegnare il budget.

D’altronde è uno dei mantra degli “algoritmi” (cit. Boris): se una serie non piace subito, difficilmente piacerà dopo, e ancor più difficilmente verrà rinnovata. Quindi le cartucce vengono bruciate tutte subito, e se va bene si vive (per un po’) di rendita.

Tanto per chiarire: la prima stagione di Slow Horses è più che buona. Ci vengono presentati i personaggi principali, il memorabile e igienicamente discutibile Jackson Lamb di Gary Oldman, lo sfigatissimo River Cartwright di Jack Lowden, la glaciale vipera Diana Taverner di Kristin Scott Thomas e tutti gli altri membri della Slough House (in italiano tradotto come “pantano”: si poteva fare meglio). D’altronde la base (i romanzi di Mick Herron) era molto buona. Nella prima stagione tutto ruota molto attorno ai protagonisti, e lo spazio per i comprimari è veramente esiguo. Ma d’altronde sono le regole della scrittura, no? Senza protagonisti forti non si va avanti, invece Slow Horses è stato già rinnovato per quattro stagioni (gioite!), e dalla seconda tutti hanno il loro spazio con svariate storyline (che sembrano) autonome, e la serie spicca decisamente il volo.

Trailer

Slow Horses
Slow Horses
Il Verdetto
Con un cast di primo livello e una scrittura impeccabile, "Slow Horses" dimostra che si possono realizzare spy story palpitanti e imprevedibili anche senza James Bond o Ethan Hunt, e che l'MI5 è interessante tanto quanto l'MI6.
Il parere dei lettori0 Voti
0
8

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Voto Finale