Audace colpo dei soliti ignoti

Il ritorno della "Banda del buco"

Scheda del Film

Titolo Originale
Audace colpo dei soliti ignoti
Paese
 France,   Italy
Casa di Produzione
Vides Cinematografica, Société Générale de Cinématographie (S.G.C.), Titanus
Regia
Nanni Loy
Producer
Franco Cristaldi
Sceneggiatura
Ideatore
Cast
Vittorio Gassman, Renato Salvatori, Claudia Cardinale, Nino Manfredi, Vicky Ludovisi, Riccardo Garrone, Tiberio Murgia, Carlo Pisacane, Gianni Bonagura, Gina Amendola, Clara Bindi, Elena Fabrizi, Mario Feliciani, Mauro Lemma, Gastone Moschin, Toni Ucci, Ciccio Barbi, Nino Musco, Elvira Tonelli, Iolanda Fortini, Giuseppe Transocchi, Mirko Baiocchi, Terzo Monachesi
Durata
1 h 39 min
Data di Uscita
19 Dicembre 1959
Generi
Commedia
Budget
Revenue
Sinossi
Assoldato da un sedicente gangster milanese, Peppe detto "Er Pantera" rimette insieme i vecchi compari per rapinare il furgone del Totocalcio. Con l'alibi della partita Milan-Roma, i soliti ignoti vanno in trasferta nel capoluogo lombardo dove riusciranno fortunosamente tanto ad accaparrarsi il bottino quanto a tornare a casa impuniti. Ma la decisione di lasciare la valigia con il denaro in un deposito bagagli così come le indagini sempre più pressanti della polizia innescheranno una serie di comiche conseguenze, sancendo l'ennesimo fallimento della scalcinata banda.

Dove vedere “Audace colpo dei soliti ignoti” in streaming

Se vuoi assicurarti i migliori film e serie TV, iscriviti alle seguenti piattaforme streaming:

Recensione

Sequel in un’epoca dove non si facevano (quasi mai) sequel, ha il pregio di mantenere quasi tutto il cast originale, sostituire Mastroianni con Nino Manfredi e Monicelli con Nanni Loy. Ben congegnato e comunque più completo come heist movie rispetto al predecessore (il colpo stavolta viene eseguito, e c’è tutta la fase dell’inseguimento e delle indagini che è spassosa), ha l’anello debole nei comprimari “milanesi”: Riccardo Garrone è bravo ma non è Totò, e oltretutto è presente solo nella prima metà del film; la starlette 16enne (ebbene sì, all’epoca lo facevano) Vicky Ludovisi è veramente piatta e poco interessante per fare da contraltare a performer del livello di Vittorio Gassman e soci.

Recensione, dove vederlo in streaming
Audace colpo dei soliti ignoti
Il Verdetto
Un buon sequel ben architettato e diretto da Loy, che non avvicina le vette comiche del primo episodio, ma strappa più di una risata.
Il parere dei lettori0 Voti
0
7

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Voto Finale