Heat – La sfida

Quando il cinema diventa leggenda.

Scheda del Film

Titolo Originale
Heat
Paese
 United States of America
Casa di Produzione
Warner Bros. Pictures, Regency Enterprises, Forward Pass
Regia
Michael Mann
Producer
Michael Mann, Art Linson
Sceneggiatura
Michael Mann
Ideatore
Cast
Al Pacino, Robert De Niro, Val Kilmer, Jon Voight, Tom Sizemore, Diane Venora, Amy Brenneman, Ashley Judd, Mykelti Williamson, Wes Studi, Ted Levine, Dennis Haysbert, William Fichtner, Natalie Portman, Tom Noonan, Kevin Gage, Hank Azaria, Susan Traylor, Kim Staunton, Danny Trejo, Henry Rollins, Jerry Trimble, Martin Ferrero, Ricky Harris, Tone Loc, Begonya Plaza, Hazelle Goodman, Ray Buktenica, Jeremy Piven, Xander Berkeley, Rick Avery, Brad Baldridge, Andrew Camuccio, Brian Camuccio, Max Daniels, Vince Deadrick Jr., Charles Duke, Thomas Elfmont, Kenny Endoso, Kimberly Flynn, Steven Ford, Farrah Forke, Hannes Fritsch, Amanda Graves, Emily Graves, Niki Haris, Ted Harvey, Patricia Healy, Paul Herman, Cindy Katz, Brian Libby, Bill McIntosh, Dan Martin, Rick Marzan, Terry Miller, Paul Moyer, Daniel O'Haco, Mario Roberts, Phillip Robinson, Thomas Rosales Jr., Rainell Saunders, Kai Soremekun, Rey Verdugo, Wendy L. Walsh, Yvonne Zima, Monica Lee Bellais, Peter Blackwell, Trevor Coppola, Bud Cort, Annette Goodman, Mick Gould, Mary Kircher, David Koseruba, Melissa S. Markess, Andre McCoy, Darren Melton, Robert Miranda, Kathryn Mullen, Manny Perry, Jimmy N. Roberts, Iva Franks-Singer, Gloria Koehn Straube, Viviane Vives, Tim Werner, Jimmy Star
Durata
2 h 50 min
Data di Uscita
15 Dicembre 1995
Generi
Azione, Poliziesco, Drammatico
Budget
$60.000.000
Revenue
$187.400.000
Sinossi
Neil McCauley è un pericoloso criminale che ha passato molti anni della sua vita in galera ed è fermamente deciso a non metterci mai più piede. Ma ora a Los Angeles c'e Vincent Hanna, un detective del dipartimento di polizia che da la caccia a lui e alla sua gang.

Dove vedere “Heat – La sfida” in streaming

Se vuoi assicurarti i migliori film e serie TV, iscriviti alle seguenti piattaforme streaming:

Recensione

All’interno della produzione testosteronica di Michael Mann, Heat occupa sicuramente un posto di rilievo. Il motivo è presto detto: avere per la prima volta Al Pacino e Robert De Niro a dividere la scena, e non solo i credits come nel caso de Il Padrino parte II, fu un grande volano per la promozione del film. Ma Heat è molto più che Pacino e De Niro: il cast è fortissimo in ogni suo ruolo ed interprete (memorabile un mito come Jon Voight incasellato alla stregua di un caratterista), e l’intenzione di creare qualcosa di più corale è intercettabili dalle origini del progetto.

Heat nasce infatti come l’idea di un prodotto seriale, trasportato poi in un film televisivo intitolato Sei solo, agente Vincent, uscito nel 1989. L’idea centrale è la stessa, ma mancano diversi dettagli e spunti al contorno che porteranno questo classico confronto criminale-sbirro ad essere qualcosa di più di un semplice film d’azione, con una penetrazione psicologica nel rapporto simbiotico tra polizia e fuorilegge. Il minutaggio insolitamente lungo per l’epoca (quasi tre ore!) nasconde una stratificazione di scene e di storyline secondarie che solo superficialmente possono sembrare inutili e degne di “asciugatura”, ma che con dialoghi complessi dove i personaggi dicono veramente ciò che pensano, hanno un merito notevole: delineare caratteri.

Alla resa dei conti, aldilà del battage promozionale, De Niro e Pacino interagiscono veramente poco, hanno due scene-clou sole per loro, la diner scene e il finale. Sono le due facce della stessa medaglia, due uomini ossessionati dal loro lavoro sull’altare del quale sacrificano tutta (o quasi) la vita privata. Per il resto Mann resta bravissimo nel suo, ovvero mostrare uomini risoluti ed estremamente bravi in quel che fanno, e desiderosi (ma non troppo) di sopraffarsi l’un l’altro. La fotografia è meno patinata del solito, donando un senso di realtà a scene che di realistico hanno ben poco. Molti appassionati del genere action ancora ricordano con fervore la famosa scena della sparatoria in strada, che molta ispirazione ha dato al genere e alle sue diverse declinazioni (cinema, serie TV ed anche videogame).

Il punto dove inevitabilmente Heat dimostra di essere “invecchiato” è nei personaggi femminili: merce di scambio o di ricatto, accessori affettivi dei loro uomini: vale più o meno per tutte e tre (i personaggi interpretati da Diane Venora, Amy Brenneman e Ashley Judd). Ma erano gli Anni Novanta, baby, e Heat resta un mirabile affresco sull’incomunicabilità emozionale, struggente, ammantato da un romanticismo utopico, sorretto da una narrazione superba che accumula personaggi e sottotrame ma riesce a gestire il tutto con mirabile coerenza.

Heat – La sfida
Heat – La sfida
Il Verdetto
Sebbene Al Pacino e Robert De Niro condividano solo una manciata di minuti sullo schermo, Heat è un avvincente dramma poliziesco che tira fuori performance avvincenti dalle sue star e sublima la maestria di Michael Mann nel genere.
Il parere dei lettori0 Voti
0
8

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Voto Finale