12 Maggio 2021

Rough

Rough Mitsuru AdachiGenere: Shonen Manga

Autore: Mitsuru Adachi

Editore Italiano: Star Comics

Uscita italiana: 3 Febbraio 2016 (New Edition)

Formato: 6 volumi (13 x 18) da 368 pagine, brossurati

Sinossi: È da poco iniziato il nuovo anno scolastico nella scuola superiore Eisen, quando Keisuke Yamato, studente fresco d’iscrizione nonché talentuoso nuotatore, si imbatte in Ami Ninomiya, abile tuffatrice, che di punto in bianco lo accusa si essere... un assassino! Eppure lui giura di non averla mai vista prima...Cosa l’avrà spinta ad aggredirlo in quel modo?! Attanagliato dal dubbio, il ragazzo scoprirà ben presto che alla base dello strano comportamento della compagna c’è una lunga storia di odio covato nei confronti della famiglia Yamato...

Rough - Dove lo compri

Rough new edition (Vol. 1)

 non disponibile
Amazon.it
as of 19 Settembre 2021 19:33

Rough è stato il primo manga di Mitsuru Adachi, il maestro della commedia scolastica, pubblicato in Italia. Era il 1993, e la scelta della Star Comics (all'epoca sotto la supervisione dei Kappa Boys) cadde su una delle opere meno popolari del Maestro, per ragioni molto pratiche: all'epoca non si usava ancora pubblicare manga "non ribaltati" nel senso di lettura, e gli effetti su opere incentrate sul baseball sarebbe stato quello di rovesciare il campo (e quindi le regole) dello sport. Le vendite in edicola furono disastrose, e Rough venne completato, a fatica, su una collana da libreria.

Di acqua sotto i ponti ne è passata parecchia, e praticamente tutti i manga di Adachi sono stati poi pubblicati nel Bel Paese, a partire da Touch ("Prendi il mondo e vai" sulle TV nostrane), con ottimi esiti commerciali. Nel 2016 i tempi erano maturi per una riedizione, in formato "Wide" (praticamente un doppio tankobon) non ribaltato e brossurato, e con un adattamento più "moderno". Chi come il sottoscritto possedeva l'edizione originale era conscio che questo meraviglioso manga meritasse una veste migliore.

Penso che Adachi dia il meglio di sé senza troppo baseball (sua vera ossessione) nei dintorni. In Rough questo sport viene relegato ad una parte secondaria (lo pratica Ogata, amico dei protagonisti), ed è un bene. Sia chiaro, non manca lo sport in senso generico (Keisuke è nuotatore, Ami tuffatrice), né i rivali (sportivi e in amore), ma secondo me gli elementi di commedia, romanticismo e formazione giovanile tipici del genere risultano meglio bilanciati ed evitano troppi rimandi allo spokon. La poesia del non-detto, la formazione e la mutazione dei sentimenti affidata a sguardi e gesti, sublimano lo stile di Adachi in un'opera che, come quasi tutte le altre, è difficile che sia troppo attraente per l'attuale pubblico adolescente.

Mitsuru Adachi è un autore divisivo, lo si ama o lo si odia. Quello che fa impazzire i fan, fa inorridire i detrattori. Vale sia per le strutture narrative che per le scelte grafiche, rassicuranti o ripetitive a seconda di chi esprime il proprio parere. Dal punto di vista del tratto, Rough è un manga di fine anni Ottanta, periodo in cui il Maestro ha raggiunto la piena maturità artistica e uno standard che avrebbe poi mantenuto anche nelle decadi successive. Touch, per dire, era ancora un po' grezzo sotto questo aspetto. Accanto al minimalismo con cui tratteggia i personaggi, dove fa ricorso a dei "tipi fisici" piuttosto canonici, Adachi raffina a notevoli livelli di dettaglio la realizzazione dei fondali, a cui non fa mancare un contenuto uso del retino (non hai livelli di Katsura, ecco).

Rough
Il Verdetto
Rough è uno dei migliori manga mai realizzati da Adachi, e la new edition dona una veste degna al valore dell'opera.
Il parere dei lettori0 Voti
0
9
Tavole da Rough
Tavole da Rough

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Voto Finale