Ettore Scola

Brutti, sporchi e cattivi

Giacinto, emigrato pugliese, è il patriarca di una numerosa famiglia di debosciati accampati in una baraccopoli della più degradata periferia romana: egli è ossessionato dal timore di venire derubato del proprio danaro dai famigliari che gli gravitano intorno.

C’eravamo tanto amati

Tre amici ed una donna: le loro vicende personali si intrecciano con i mutamenti sociali e politici dell’Italia del secondo dopoguerra.